headerphoto
Distretto Stampa E-mail

Il Distretto Tecnologico AgroBioPesca nasce in Sicilia dall’esigenza di rendere competivito un settore produttivo strategico per la regione, attraverso la promozione della capacità di innovazione da parte della PMI e la creazione di un polo di aggregazione stabile e sistemica sul territorio, in linea con il Piano Nazionale della Ricerca e in attuazione dell’Accordo di Programma Quadro "Ricerca Scientifica ed Innovazione tecnologica" per la Regione Siciliana stipulato il 14 giugno 2005.

Caratteristica fondamentale del Distretto AgroBioPesca, comune a tutti i Distretti Tecnologici in Italia, è la presenza di una struttura di governance tale da garantire la piena partecipazione delle forze produttive, scientifiche, tecnologiche e sociali, l’apporto di competenze e di finanziamenti pubblici e privati, nonché la previsione a medio-lungo termine dell’autosostenibilità.

Per gestire il Distretto Tecnologico AgroBioPesca, il 9 gennaio 2009, è stato quindi costituito il Consorzio di ricerca per l’innovazione tecnologica, Sicilia AgroBio e Pesca ecocompatibile SCaRL, sulla base di una procedura di evidenza pubblica con avviso sulla Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana - prima parte - del 3 marzo 2006.
La società consortile si propone, senza scopo di lucro, di promuovere attività di ricerca, sviluppo  tecnologico e alta formazione in una logica di filiera nel settore agro-ittico-alimentare, con l'obiettivo di incrementare la competitività del sistema socio-economico siciliano, anche attraverso il sostegno della collaborazione tra  enti di ricerca e tessuto imprenditoriale allo scopo di individuare e implementare azioni di trasferimento tecnologico finalizzate e coerenti con le esigenze del territorio.

Riunisce 26 soci, tra cui le tre università pubbliche siciliane, enti pubblici di ricerca e imprese private. Sulla base dei patti parasociali, la partecipazione al capitale dei soci Imprese deve essere superiore al 30% e quella delle Università ed Enti pubblici di ricerca superiore al 50%.