Main menu
Vinaora Nivo SliderVinaora Nivo SliderVinaora Nivo SliderVinaora Nivo SliderVinaora Nivo SliderVinaora Nivo Slider
             
         Il progetto "Valorizzazione di prodotti tipici della Dieta Mediterranea e loro impiego a fini salutistici e nutraceutici (DiMeSa)" PON02_00451_3361785 è finanziato a valere sul PON Ricerca & Competitività 2007-2013, Avviso 713/Ric. del MIUR, Asse I - sostegno ai mutamenti strutturali, Obiettivo Operativo - reti per il rafforzamento del potenziale scientifico-tecnologico delle Regioni della Convergenza, I Azione: Distretti di alta tecnologia e relative reti.           
     

Il contesto

La crisi del settore agro-alimentare siciliano, frutto anche della recente crisi economica regionale, nazionale, e comunitaria, presenta oggi momenti e aspetti di estrema criticità che risiedono principalmente nel limitato potenziale innovativo delle aziende e imprese del settore, nella scarsa integrazione con enti di ricerca pubblico-privati, nella insufficiente sistematizzazione e organizzazione in rete delle risorse esistenti sul territorio. Tali criticità si traducono in una sempre maggiore difficoltà delle piccole e medie imprese del comparto a essere presenti sui mercati nazionali ed esteri con caratteristiche di qualità e di competitività.                                                                                 leggi tutto >

Il finanziamento

Attraverso attività di ricerca industriale e di sviluppo sperimentale, anche grazie all'impiego delle biotecnologie e delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione, la proposta progettuale mira a rafforzare il potenziale innovativo delle produzioni agricole tradizionali dell'agroalimentare siciliano, promuovendo concretamente lo sviluppo di filiere scientifico-tecnologiche di eccellenza pubblico-private e delle relative reti, in coerenza con quanto definito dalle strategie del PON R&C e dalle politiche regionali in materia di ricerca e di innovazione.

leggi tutto >

Il finanziamento

Attraverso attività di ricerca industriale e di sviluppo sperimentale, anche grazie all'impiego delle biotecnologie e delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione, la proposta progettuale mira a rafforzare il potenziale innovativo delle produzioni agricole tradizionali dell'agroalimentare siciliano, promuovendo concretamente lo sviluppo di filiere scientifico-tecnologiche di eccellenza pubblico-private e delle relative reti, in coerenza con quanto definito dalle strategie del PON R&C e dalle politiche regionali in materia di ricerca e di innovazione.

In particolare, il progetto è indirizzato a rafforzare il potenziale innovativo delle imprese operanti nell'ambito del settore agroalimentare siciliano, fornendo loro il supporto scientifico e tecnico necessario a porre le basi per il conseguimento dei claims salutistici e nutraceutici di produzioni tradizionali dell'agricoltura siciliana, per consentire l'introduzione nel mercato di prodotti che rispondano alle prescrizioni di cui al regolamento (CE) n. 1924/2006, applicabili per la pubblicità e l'etichettatura di questa particolare tipologia di alimenti, anche al fine di garantire un elevato livello di tutela dei consumatori e la piena consapevolezza delle scelte di acquisto. In sintonia con questi principi e in coerenza con la strategia di Lisbona, il progetto intende contribuire alla crescita, all'occupazione e alla qualità della vita sul territorio regionale, favorendo la costruzione di una bio-economia europea basata sulla conoscenza, concentrando l'attenzione su alcune aree di investigazione di particolare interesse, quali la produzione e la gestione sostenibile delle risorse biologiche, la salute ed il benessere dei consumatori.
Il progetto, in coerenza con quanto previsto dall'Accordo di Programma Quadro Stato-Regione, propone una collaborazione operativa tra università, centri di ricerca pubblici e imprese medio-grandi e piccole, nell'ottica dello sviluppo di filiere scientifico-tecnologiche di eccellenza pubblico-private e delle relative reti in settori strategici per la regione Siciliana.
Inoltre, esso s'inserisce a pieno titolo nella Piattaforma Tecnologica Italiana di Agricoltura Biologica – RIRAB, alla quale aderisce, nella qualità di socio, il Distretto Tecnologico Agrobiopesca. RIRAB si propone di formulare una visione comune sull'avanzamento del settore a livello nazionale e, conseguentemente, individuare le linee di ricerca più promettenti, predisponendo una "agenda strategica della ricerca" da promuovere nel nostro paese.

Le Piattaforme Tecnologiche, il cui potenziale è ampiamente riconosciuto dalle istituzioni dell'Unione Europea, sono fortemente incisive per lo sviluppo della politica della ricerca europea e, in particolare, per orientare tutti i programmi di ricerca e sviluppo tecnologico del continente. Esse, coerentemente con le finalità del Distretto Tecnologico, consentono di fare incontrare le esigenze dell'industria e degli altri attori economici e sociali e permettono di definire un quadro di riferimento basilare per le parti interessate allo scopo di stabilire priorità, tempi e piani d'azione in relazione ad una serie di questioni di importanza strategica per il futuro dell'Europa e che dipendono fortemente dagli avanzamenti della ricerca e dello sviluppo tecnologico nel medio e lungo termine. Coerentemente, con tali finalità e con le finalità dell'Avviso MIUR prot.n.713/Ric. del 29 ottobre 2010, il presente progetto, inserendosi all'interno di un contesto alquanto stimolante e ambizioso, vuole contribuire a rafforzare gli scopi e le finalità della Piattaforma Tecnologica sul territorio regionale, proponendo un'aggregazione ampia di soggetti pubblici e privati capace di integrare e valorizzare le azioni fin qui intraprese a livello regionale in ordine ai prodotti salutistici e nutraceutici. In particolare, il progetto mira ad attivare un meccanismo virtuoso che permetta di metter in rete imprese, ricercatori, autorità pubbliche, comunità finanziarie e organizzazioni della società civile per lo sviluppo e la diffusione di tecnologie che consentano di rispondere a sfide economiche e sociali in importanti filiere produttive (olio, grano, trasformati) strategiche per la regione Siciliana. Le specifiche attività progettuali perseguono obiettivi chiave della programmazione regionale nel campo della "salute dell'uomo e biotecnologie" e sono finalizzate a promuovere e consolidare le strutture scientifico-tecnologiche ad elevata qualificazione e, al contempo, a rispondere alle esigenze di riposizionamento strategico e di innovazione di alcune delle più importanti produzioni agricole tradizionali siciliane. L'allineamento delle attività di ricerca regionali con quelle nazionali e dell'Unione europea creerà le sinergie necessarie per un più efficace investimento in ricerca e sviluppo in Sicilia. Il progetto risponde, pertanto, molto bene anche agli scopi della politica regionale e nazionale di supporto alla ricerca in coerenza con quella comunitaria.